Si terrà dal 16 al 20 giugno 2021 la prima edizione di Bardolino Film Festival – Immagini, suoni  e parole sull’acqua, presso l’incantevole e nota località sulla riva del Lago di Garda.  

L’Amministrazione Comunale ha affidato al direttore artistico Franco Dassisti l’incarico di ripensare  Parole sull’acqua – la storica manifestazione che in undici anni ha portato a Bardolino decine di  scrittori e giornalisti – con la volontà di costruire un festival polivalente, attento ai molteplici aspetti  dell’arte e della cultura, ma con il cinema al centro. Nasce così Bardolino Film Festival, che nel suo  sottotitolo “Immagini, suoni e parole sull’acqua” testimonia tutto il suo legame con questa terra e la  continuità con quell’esperienza.  

Il fil-rouge che caratterizzerà questa prima edizione recita “Re-Start – Ri-Partenza”. Attraverso i  film e gli incontri si parlerà della voglia di ricominciare, di superare il passato, di cambiare vita, in  particolare in un momento come questo, segnato dalla pandemia che ha sconvolto il mondo.  

Il programma comprende due concorsi internazionali, il Concorso Documentari e il Concorso  Cortometraggi, e la sezione BFF SPECIALS Fuori Concorso: cinque soirée in riva al lago con i  lungometraggi che meglio hanno inquadrato il tema della Ri-Partenza e con la presenza di alcuni  ospiti d’eccezione, che arriveranno al Lido Mirabello per incontrare il pubblico, tramite l’attiguo  approdo trasformato in “blue carpet”, colore-simbolo del festival, a richiamare il cielo e l’acqua del  Garda. Ad arricchire la proposta BFF INCONTRA…, conversazioni mattutine (11.30) rivolte al  pubblico con i protagonisti delle serate precedenti, e BFF BOOKS, incontri pomeridiani con gli  autori di alcuni romanzi usciti di recente che ben rappresentano il tema della Ri-Partenza. 

La location più suggestiva del Festival sarà il Lido Mirabello di Bardolino, strepitosa venue a bordo  lago, con un prato che guarda verso le acque del Benaco. Lì sorgerà il grande schermo sul quale  saranno proiettate, en plein air, le migliori novità cinematografiche del 2021, che potranno essere  premiate dal pubblico. I concorsi saranno ospitati invece dal Cinema Teatro Corallo di Bardolinorinnovato e restituito al territorio per l’occasione dall’Amministrazione Comunale, mentre le presentazioni letterarie saranno  alla Sala della Disciplina.  

Come dichiarato da Domenica Currò, Assessore alla Cultura, Istruzione, Servizi sociali, Famiglia e Terza età del Comune di Bardolino:

L’idea di svolgere un festival con gli spettatori e le giurie in presenza nei mesi scorsi sembrava un’utopia, data la situazione sanitaria del nostro paese, ma abbiamo deciso di crederci anche oltre  il razionale e abbiamo voluto a tutti i costi impegnarci per portare il vero pubblico a incontrare i  veri talent del cinema italiano, al Bardolino Film Festival. La nostra determinazione e la fiducia di tutti coloro che hanno creduto in questo progetto, sponsor locali intesta, ci hanno permesso di essere qui oggi a presentarvi una kermesse che non ha nulla da  invidiare ad altri eventi più titolati. Cinque giorni di grande cinema, trentasei film in concorso, sette premi nelle varie sezioni, dieci incontri con autori, registi, attori e scrittori, sono la dimostrazione che volendo si può fare molto e  sipotrà fare ancora di più in futuro.

Al Direttore Artistico, Franco Dassisti, il compito di spiegare i motivi per i quali si è deciso di dedicare questa prima edizione del Bardolino Film Festival al tema della Ri-Partenza:

Ripartire con un Festival, ripartire dal cinema. Siamo rimasti chiusi, a fasi alterne, per più di un anno,  fra le nostre quattro mura, a temere per la nostra salute, per quella dei nostri cari, per una pandemia  che stravolgeva le nostre vite, almeno per come le conoscevamo. Per provare a combattere le insicurezze, ombre via via più grandi, ci siamo rifugiati nelle nostre  sicurezze: mogli, mariti, compagni, figli, nonni, amici, fra una videochiamata e l’altra, mentre fuori  era silenzio. Doloroso e assordante. E poi abbiamo reagito, impastato pani e focacce, imparato e  lavorato a distanza, corso sul posto, suonato pentole alle finestre. E la sera ci siamo fatti coccolare da  un buon film, sulle piattaforme in streaming, nuove compagne della nostra fame di racconti per  immagini. E ora che il peggio sembra davvero passato, è da lì che vogliamo ripartire: dal cinema, quello vero,  sul grande schermo, quello che tiene i nostri fiati sospesi all’unisono, che fa scendere in simultanea  una lacrima sul viso, che scatena le nostre risate in contemporanea. Da lì, da quel grande schermo che  ci ha formato, che ci ha fatto viaggiare in galassie lontane lontane, che ci ha fatto vivere le vite degli  altri.

Tutti gli aggiornamenti si trovano sul sito internet del Bardolino Film Festival, mentre cliccando qui potrete consultare il ricco programma di questa 5 giorni di ri-partenza cinematografica.

di Joana Fresu de Azevedo