Torna Italia Film Fedic, il festival del cinema di Montecatini Terme giunto alla 71^ edizione, consolidando un rapporto storico con la città toscana fino dal 1950. Il nuovo format, organizzato dalla Federazione Italiana dei Cineclub, ha riscosso un grande successo lo scorso anno, quando si è svolto dal vivo in piena emergenza sanitaria. È stata una delle poche manifestazioni cinematografiche a svolgersi in presenza e lo farà anche quest’anno, coinvolgendo al solito tutti i cineclub associati.

Il 71° Italia Film Fedic, con la direzione artistica di Gianluca Castellini e Paolo Micalizzi, sarà ospitato nelle prestigiose Terme Tettuccio dal 29 Luglio al 1 Agosto e sarà articolato in due concorsi nazionali – Fedic Short e Fedic Scuola – aperti ai Soci Fedic con lo scopo di dare visibilità all’interno di un evento importante al movimento produttivo degli autori Fedic. 

Fedic Short, che prevede 15 opere selezionate, è dedicato a cortometraggi di qualsiasi genere (Fiction, Animazione, Doc, Sperimentale), con durata fino a 30 minuti, prodotti dopo il 1 gennaio 2019.

Fedic Scuola riguarda, invece, progetti video di non oltre 30 minuti, realizzati dopo il 1° gennaio 2019 con il coinvolgimento di scuole di ogni ordine e grado al fine di agevolare il linguaggio cinematografico all’interno del sistema scolastico per sensibilizzare le nuove generazioni a forme culturali di valore socio educativo. 

Saranno due le giurie che valuteranno i lavori selezionati, tutte di alto profilo culturale. Per Fedic Short ne fanno già parte l’attrice Milena Vukotic e la giornalista Fulvia Caprara. Ai vincitori assoluti di ogni Concorso sarà assegnato il Trofeo artistico Italia Film Fedic, mentre sono previste menzioni speciali. Nell’ambito del Festival saranno anche proiettate alcune opere nazionali ed altre internazionali indicate dalla Rete REFF dei Festival Fedic. 

Ad affiancare la programmazione delle opere in gara vi saranno alcuni eventi collaterali. Quest’anno sarà assegnato il premio alla carriera al regista Bruno Bozzetto, un maestro del cinema d’animazione di cui sarà proiettato il cortometraggio del 1958 Tapum! La storia delle armi ed un altro della fortunata serie “Il signor Rossi”: un nome prestigioso del cinema italiano che si aggiunge ad altri premiati in precedenti edizioni, tra cui i registi Alessandro Blasetti, Alberto  Lattuada, Giuseppe De Santis, Florestano Vancini, Giuseppe Ferrara, Marco Bellocchio, Pupi Avati e Ferzan Ozpetek ed attori come Massimo Girotti, Alberto Sordi, Monica Vitti, Giulietta Masina e Milena Vukotic. 

Uno speciale omaggio sarà dedicato al grande attore Nino Manfredi, attraverso il ricordo del figlio Luca e la presentazione del suo libro Un friccico ner core. I 100 volti di mio padre Nino (Rai Libri). Altro omaggio è quello dedicato a Rossana Molinatti, filmmaker Fedic scomparsa di recente, con la proiezione del suo cortometraggio “Calicanto” e sarà premiato Luca Zambianchi, autore Fedic passato quest’anno al lungometraggio. 

Insomma, un programma ricco nel quale avrà spazio anche un focus sulla Cineteca Fedic depositata presso l’Archivio Nazionale Cinema d’Impresa di Ivrea-Centro Sperimentale di Cinematografia e come sempre il dialogo con i Cineclub per parlare del futuro della Federazione. Concluderà il 71° Italia Film Fedic la cerimonia di premiazione che avrà luogo alla Terme Tettuccio nella mattinata di domenica 1 Agosto.

Dichiara il Presidente Fedic, Lorenzo Caravello, da poco rieletto per il terzo mandato consecutivo:

L’assemblea annuale dei presidenti Fedic riunitasi on line lo scorso 28 maggio, tramite la votazione per il rinnovo delle cariche istituzionali ha confermato tutti i membri del precedente consiglio direttivo dimostrando apprezzamento per il lavoro finora svolto e fiducia per le iniziative future.  Credo che il lavoro di squadra, la condivisione di obiettivi comuni e la ripartizione di incarichi in base alle competenze di ciascuno, renderà possibile trasformare il pensiero in azione, ed i progetti in realtà culturali concrete e significative. Rinnoviamo il nostro impegno per realizzare  un 71° Italia film Fedic all’altezza dell’anno precedente.