Anche se scarseggiano i titoli italiani nel concorso di questa Berlinale71, non è così per quanto riguarda le proposte delle case di produzione e distribuzione all’interno dell’European Film Market, che stanno cercando nuove possibilità di acquisizione dei loro titoli sul mercato estero. Tra le line-up 2021 più interessanti, troviamo quella di True Colours, sales agent internazionale nata dalla partnership tra Lucky Red Distribution e Indigo Film Production. Molti dei film presentati durante questa online edition della Berlinale li possiamo già trovare su diverse piattaforme italiane; altri sono succose anteprime, tra i titoli più attesi (speriamo) della prossima stagione cinematografica. Guardiamoli insieme.

Disponibili in Italia su piattaforma o sVod

La stanza, di Stefano Lodovichi (Italia, 2020)

Avevamo già avuto modo di parlare di questo thriller-horror con Guido Caprino, Camilla Filippi e Edoardo Pesce protagonisti durante l’intervista a Giorgio Giampà, autore della colonna sonora del film. Non fatevi spaventare dal genere e concedetevi la visione, visto che questo titolo, che ora sta avendo la sua prima possibilità di acquisizione internazionale grazie all’European Film Matket di Berlino, lo trovate già disponibile tra i contenuti su Amazon Prime Video. State vicino a Stella e Sandro e aiutateli a scoprire chi sia veramente Giulio, il misterioso ospite che, in una mattina davvero particolare, piomberà nelle loro vite.

10 giorni con Babbo Natale, di Alessandro Genovese (Italia, 2020)

Anche questo disponibile su Amazon Prime Video in Italia, nasce come seguito di 10 giorni senza mamma, sempre per la regia di Alessandro Genovese. Quelli che sembravano perfetti equilibri di coppia trovati alla fine del primo capitolo nelle vite di Carlo e Giulia iniziano a vacillare. A Carlo, ormai mammo esperto, inizia a valutare la possibilità di rientrare nel mondo del lavoro; Giulia ambisce ad un importante avanzamento di carriera, che porta tutta la famiglia a decidere di accompagnarla ad un colloqui in Svezia. Ne nasce un rocambolesco viaggio in camper che coinvolge tutti, costretti a vivere in uno spazio ristretto. Che li porterà ad indagare sulle loro relazioni, come coppia, come genitori e con i figli. A sconvolgere tutto, un incidente: hanno investito Babbo Natale. Fabio De Luigi e Valentina Lodovini risultano ormai perfettamente rodati nei ruoli dei protagonisti, mentre Diego Abantuomo si inserisce con un’ottima (anche se insolita) interpretazione.

E’ per il tuo bene, di Rolando Ravello (Italia, 2020)

Altro titolo del catalogo Amazon Prime Video, la cui locandina fu al centro di una polemica per la mancanza iniziale di qualsiasi riferimento alle tre attrici protagoniste (Isabella Ferrari, Valentina Lodovini e Claudia Pandolfi), nel cast anche Giuseppe Battiston, Vincenzo Salemme e Marco Giallini. Tre padri che non riescono a superare la loro costante voglia di proteggere le figlie. Valentina (Matilde Gioli) scappa dal suo matrimonio per raggiungere il suo vero amore, con qualche complicazione sul percorso; Marta sta con un giovane cantante trap, i cui testi delle canzoni non convincono per niente il padre; mentre Sara sta abbandonando il nido per trasferirsi in America. Mentre le madri si arrenderanno all’impossibilità di frenare la gelosia dei propri mariti, i padri cercheranno ogni stratagemma per separare le figlie da quelle relazioni amorose che le stanno allontanando.

L’amore a domicilio, di Emialiano Corapi

Sempre disponibile su Amazon Prime Video, L’amore a domicilio è una piacevole commedia che vede come protagonisti Renato (Simone Liberati), un giovane broker finanziario, e Anna (Miriam Leone), affascinante ragazza in ritardo negli studi universitari e con qualche problema con la legge. I due si incontreranno per caso, ma non riusciranno più a separarsi. Costretti ad una conoscenza forzata dettata dalla necessità di vivere la loro relazione chiusi tra le mura di casa di lei. E senza poterne varcare la porta. Ciò li porterà a non poter contare più, come fatto fino a quel momento da entrambi, di poterv fuggire di fronte alle prime difficoltà e a dover realmente mettere in gioco i propri sentimenti. Un film che è tra i titoli arrivati direttamente su piattaforma durante i mesi più duri della prima fase pandemica, ma che siamo certi potrà trovare un suo spazio all’interno delle programmazioni di molte arene estive. Permettendo al pubblico di farsi una risata, anche se nell’affrontare tematiche molto serie, di precariato emotivo più che lavorativo.

Le nuove uscite più attese

Supereroi, di Paolo Genovese

Tratto dall’omonimo romanzo di Paolo Genovese, l’uscita (possibilmente e prevedibilmente in sala) di Supereroi è tra le più attese della prossima stagione cinematografica italiana. Ora, nel corso dell’European Film Market della Berlinale, la True Colours lo presenta per il mercato estero. La trasposizione cinematografica vede alla regia lo stesso Paolo Genovese e tra gli attori protagonisti Alessandro Borghi e Jasmine Trinca, mentre i ruoli principali da coprotagonisti sono affidati a Greta Scarano e Vinicio Marchioni. Al centro della narrazione l’imprevedibile e imponderabile difficoltà di tenere vivo un rapporto di coppia. Anche se nato da un incontro fortuito e statisticamente improbabile come quello dei protagonisti della storia. Drammatica, come lo sono tutte quelle che narrano di grandi amore, ma anche profondamente coinvolgente. Come già chi ha avuto modo di leggere il romanzo ha potuto comprendere. Il film è attualmente in post-produzione.

Il materiale emotivo, di Sergio Castellitto

Con il soggetto tratto da un graphic novel di Ettore Scola e la sceneggiatura a cura di Margaret Mazzantini, Sergio Castellitto torna alla regia con Il materiale Emotivo, ricoprendo anche il ruolo del protagonista. Vincenzo ha dedicato tutta la sua vita alla gestione della sua libreria a Parigi e all’assitenza alla figlia Albertine (Matilda De Angelis), costretta da un incidente avvenuto qualche anno prima su una sedia a rotelle. La sua vita verrà sconvolta dal rocambolesco ingresso in libreria di Yolande (Bérénice Bejo), una eccentrica ed esuberante donna che porterà l’uomo a rimettere in gioco i propri sentimenti che sembravano ormai sopiti ed accantonati. Una storia intima, poetica, che invita a guardare tutti noi a guardare con occhi diversi al nostro personale materiale emotivo. La distribuzione italiana è affidata alla 01 Distribution.

Io sono Babbo Natale, di Edoardo Falcone

Ultima interpretazione per il cinema di Gigi Proeitti, scomparlo a novembre 2020. Ettore (Marco Giallini) ha passato gli ultimi anni in carcere per rapina. Una volta scarcerato, si ritrova a vagare per le strade di Roma. Senza sapere dove andare. Spaventato all’idea di dover incontrare sua figlia, nata proprio mentre lui stava scontando la sua pena. Incontra per caso Nicola (Gigi Proietti), che cerca di rapinare. Ma, arrivato a casa sua, scopre che l’anziano che non possiede nulla. Ma ha un segreto da svelargli: lui è Babbo Natale. Non possiamo che aspettarci una commedia amara da un regista pungente come Edoardo Falcone (suo anche, sempre con Marco Giallini protagonista, Se dio vuole, del 2015). Con unna buona dose dei commozione garantita per il pubblico che ritroverà, magia del grande schermo, la comicità mai sopita di un grande attore come il compianto Proietti.

di Joana Fresu de Azevedo