Bud SpencerTerence Hill, una grande coppia di successo nel western-spaghetti. Bud Spencer è lo pseudonimo di Carlo Pedersoli, campione nazionale di nuoto. Diventa Bud Spencer, grazie alla sua passione per la birra Budweiser e l’attore Spencer Tracy. Anche Terence Hill è uno pseudonimo, quello dell’attore veneziano Mario Girotti che ebbe modo di conoscere Carlo Pedersoli  perché gareggiavano nella stessa squadra di nuoto e pallanuoto: esordisce nel cinema in Lazzarella (1957) di Carlo Ludovico Bragaglia per proseguire poi con il film La grande strada azzurra (1957) di Gillo Pontecorvo dove recita a fianco del grande Yves Montand, prima di incontrare il collega nuotatore sul set spagnolo del film Dio perdona…Io no! (1967) di Giuseppe Colizzi. Nel 1970 nasce per Terence Hill il personaggio di Trinità e per Bud Spencer quello di Bambino:  sono chiamati, in tale ruolo dal regista E.B.Clucher (pseudonimo del direttore della fotografia Enzo Barboni) ad interpretare il film Lo chiamavano Trinità…. E’ per la coppia l’inizio di un cinema comico e scanzonato di successo. Nel film, Trinità è un pistolero velocissimo ma pigro e indolente che arriva in un piccolo villaggio del West dove, con sorpresa, scopre che lo sceriffo non è altri che il fratello Bambino, anche lui abile con le pistole ma imbattibile con i pugni nonché incallito ladro di cavalli. In realtà Bambino è in attesa del resto della sua banda e usa la carica di sceriffo come copertura per organizzare il grosso colpo di rubare la mandria al Maggiore Harriman, ricco e prepotente proprietario del posto. Ma quando Trinità e Bambino scoprono che egli è in lotta con una comunità di Mormoni per far loro sgomberare la vallata e far pascolare la sua mandria di cavalli, i due fratelli si trovano coinvolti nel conflitto e decidono di schierarsi  con la pacifica comunità Mormone. Una decisione presa perché Trinità è invaghito di due ragazze della comunità e Bambino perché non sopporta i prepotenti. Sconfitto il Maggiore Harriman, Bambino parte per la California, mentre Trinità è deciso a sposare una delle ragazze, ma una volta scoperta la dura vita dei Mormoni non ci pensa due volte e parte alla ricerca del fratello. Li ritroviamo in “…E continuavano a chiamarlo Trinità (1971), diretto anch’esso da E.B.Clucher dove sono al capezzale del padre morente  che esprime il suo ultimo desiderio: saperli noti delinquenti con una  grossa taglia sulla testa. I due decidono di esaurire il volere del vecchio e prendono di mira Parker, un trafficante d’armi. Ne scaturisce un racconto avventuroso, pieno di scazzottate, in cui i due vengono comprati da Parker, che li scambia per due agenti federali e li corrompe per poter continuare i suoi traffici, ed escogitano una loro truffa nel cortile dei frati  con il capo missione. Ma arriva Parker con un nutrito numero di uomini e si scatena una pirotecnica scazzottata a cui prendono parte anche i frati che, dopo tanta paura, danno il benservito ai malviventi. I due fratelli rimarranno però a mani vuote: non riusciranno a mettere le mani sui dollari perché i frati intanto avevano chiamato i rangers ed i soldi erano stati sequestrati. I due, Bud Spencer e Terence Hill, continueranno a deliziarci  con le loro scazzottate in altri western-spaghetti: …Più forte Ragazzi (1972) di Giuseppe Colizzi, Porgi l’altra guancia (1974) di Franco Rossi, …Altrimenti ci arrabbiamo! (1974) di Marcello Fondato, ma anche in film di Corsari ed in altri avventurosi. Li vedremo insieme anche in  America dove saranno  due piedipiatti, a causa di un  equivoco in quanto volevano invece rapinare un supermarket e si ritrovano nell’ufficio reclutamento della polizia.

Ma la coppia nei western-spaghetti e specialmente nei film intitolati a Trinità, sarà quella che li rende popolari a pubblico e critica.

di Paolo Micalizzi