L’Arte rivive attraverso il cinema. Nelle sale cinematografiche italiane da alcuni anni vengono programmati, ad opera di Nexo Digital, dei documentari  che riguardano i musei più acclamati del mondo e gli artisti più amati di sempre, rendendoli cosi protagonisti sullo schermo facendo percorrere agli spettatori la via dell’Arte tra i capolavori della cultura occidentale e quelli dell’estremo oriente.

In aprile è arrivato sugli schermi italiani Il giovane Picasso ed è imminente (dal 27 al 29 maggio) la proiezione di Dentro Caravaggio. Nel primo abbiamo visto ripercorrere gli anni del maggior successo di questo grande artista spagnolo, mentre nel secondo docufilm, che è diretto da Francesco Fei,  l’attore teatrale Sandro Lombardi accompagnerà lo spettatore alla scoperta della Mostra  milanese dedicata al maestro , esplorando nel contempo i grandi temi legati alla sua biografia.  L’anno era iniziato bene con la proiezione, a fine Gennaio,  di Degas – Passione e perfezione derivato dall’illustrazione della Mostra al Fitzwilliam Museum di Cambridge  allestita con la straordinaria collezione del Maestro in cui emergono i capolavori legati alle ballerine.

L’immersione nell’arte è proseguita (dal 25 al 27 febbraio) con Tintoretto – Un ribelle a Venezia, ideato e scritto da Melania Mazzucco . Uno straordinario omaggio ad uno dei giganti della pittura europea del XVI secolo, a 500 anni dalla nascita, con la partecipazione straordinaria di Peter Greenaway. Si è potuto cosi ripercorrere i luoghi iconici della Venezia del maestro : dalla prima bottega alla Scuola Grande di San Rocco. Altro docufilm di grande interesse è stato Guaguin a Tahiti – Il paradiso perduto (25 -27 marzo), un viaggio affascinante nei luoghi cari al pittore e nei grandi Musei americani che custodiscono i suoi più grandi capolavori: Un viaggio alla ricerca del paradiso perduto. Ma anche Canaletto a Venezia con le infinite vedute della città in cui ebbe i natali: sullo schermo vedute indimenticabili, dal Ponte di Rialto a Piazza San Marco, da Palazzo Ducale fino alla Chiesa dei Santi Giovanni e Paolo, colte dal Canaletto nella loro essenza e fascino.

Gauguin cop-2.jpg
La locandina di Guaguin a Tahiti – Il paradiso perduto che ha visto la partecipazione di Adriano Giannini

L’iniziativa della Nexo Digital ha preso l’avvio nel 2017 con documentari relativi ad altri importanti artisti. In questa prima stagione sono stati programmati, tra gli altri, docufilm  relativi a Van Gogh ed a Hieronymus Bosch, genio del rinascimento olandese.

Nel 2018 ,oltre 500mila sono stati gli spettatori, e sicuramente maggiore saranno quelli che nel 2019 vedranno l’Arte al Cinema poiché è questa un’iniziativa meritevole che consente alla grande massa di meglio conoscere i Maestri  che ama e che rincorre nei vari Musei del mondo.

di Paolo Micalizzi