Un ennesimo personaggio per Clint il magnifico, dove il Magnifico è ovviamente Clint Eastwood che è ritornato sullo schermo con Il corriere – The mule, nelle sale cinematografiche in questi giorni. E’ un novantenne veterano della guerra di Corea, appassionato orticoltore in crisi sia economica che con la famiglia, a cui inaspettatamente viene offerto il lavoro di trasportare cocaina con il suo furgone sgangherato attraverso l’Illinois per un cartello messicano. Un personaggio in cui ci mette ogni tipo di sentimento. Burbero e socievole, come tanti altri personaggi da lui interpretati, dove emerge un grande amore per la vita e per il cinema.

The_Mule
Clint Eastwood in una scena da Il corriere – The Mule, ora nelle sale

A partire da l’uomo senza nome dei western – spaghetti di Sergio Leone che lo hanno portato a grande visibilità e successo, per continuare con gli altri personaggi dei film targati Malpaso, la sua compagnia di produzione. Personaggi da giustiziere che vediamo in Impiccalo più in alto (1968) di Ted Post ed altri western, come Gli avvoltoi hanno fame (1970) di Don Siegel, Lo straniero senza nome (1973) il primo da lui diretto, cui fanno seguito Il texano dagli occhi d’acciaio (1976), Il cavaliere pallido (1985), Gli spietati (1992). Personaggio implacabile è anche quello interpretato nel ruolo del tenente Callaghan, molto amato dal pubblico, come testimoniato dagli incassi. A darne origine è Ispettore Callaghan, il caso scorpio è tuo (1971) per continuare con Una 44 Magnum per l’ispettore Callaghan (1973), Cielo di piombo per l’ispettore Callaghan (1976), Coraggio…fatti ammazzare (1983). Un personaggio dalla pistola facile il cui ciclo si conclude nel 1988 con Scommessa con la morte.

cannes-2017-059-1030x615
Clint Eastwood, il mito dietro al personaggio

Film pieni di sequenze d’azione dove lo spettacolo  e l’attenzione del pubblico è assicurata. Ma non sono i soli, perché tutta la filmografia Eastwoodiana,  sia che il Magnifico Clint  vi figuri come interprete o come regista,  non  tradisce queste caratteristiche. Ed una rassegna televisiva a lui dedicata, in onda in questo periodo, lo dimostra continuando a perpetuarne il Mito.

di Paolo Micalizzi