Ricordate i costumi del film Il Gattopardo e soprattutto quelli che si vedono nel famoso ballo tra Alain Delon e Claudia Cardinale a casa del principe Salina (Burt Lancaster)? Sono costumi che rendono fastosa la messinscena di Luchino Visconti. Sono stati realizzati dal costumista e scenografo italiano Piero Tosi che per il regista milanese ha creato i costumi per la migliore produzione italiana in un lungo sodalizio che ha avuto inizio nel 1951 con Bellissima per concludersi con L’innocente (1976) , ultimo suo  film, passando per opere , dove i costumi erano specchio dei tempi in cui la storia aveva a svolgersi, come Senso, Rocco e i suoi fratell, La caduta degli dei, Morte a Venezia, Ludwig.

Piero-Tosi.jpg
Alcune delle splendide attrici vestite da Piero Tosi

A Roma, al Palazzo delle esposizioni, è stata allestita, e l’inaugurazione è avvenuta durante la Festa del Cinema, una Mostra a lui dedicata per celebrare il suo trentennio di insegnamento al Centro Sperimentale di Cinematografia. Una Mostra all’insegna della ricerca della bellezza intitolata Piero Tosi. Esercizi sulla bellezza. Abiti, materiali iconografici, interviste filmate e molte fotografie, per raccontare i laboratori del più grande dei nostri costumisti cinematografici, famoso in tutto il mondo per aver vestito personaggi indelebili nella memoria degli spettatori. Oltre Luchino Visconti, altri  autori prestigiosi nella carriera di Piero Tosi: per Mauro Bolognini la Sicilia del film Il bell’Antonio, l’efficace  ambientazione che domina l’ambiguità che permea Il portiere di notte, per Mario Monicelli l’ambiente operaio del film I compagni, per Pier Paolo Pasolini la resa figurativa tra il classico ed il moderno di Medea, per Franco Zeffirelli l’ambientazione melodrammatica del film La Traviata, ma non solo perché per questi registi ha collaborato per altri film.

tosi-allestimento1.jpg
A Palazzo delle esposizioni (Roma) è possibile ammirare alcuni dei costumi originali studiati da Piero Tosi per i film a cui ha regalato la sua arte

All’attivo di Piero Tosi anche la collaborazione con Vittorio De Sica, Federico Fellini, Luigi Zampa, Mario Camerini, Dino RisiAntonio Pietrangeli, Renato Castellani e Gianni Amelio, tanto per citare altri nomi di Maestri: in totale oltre 60 film. Ha lavorato anche nel Teatro di prosa e nella Lirica. Dal 2009 il Bif&st di Bari conferisce un Premio a lui intitolato per il miglior costumista tra i film del Festival. Per la sua attività , tanti Nastri d’Argento, David di Donatello e statuette hollywoodiane, ma soprattutto, nel 2014, un Oscar alla carriera. Una celebrazione meritata per un ultra novantenne che non ama il clamore della ribalta.

di Paolo Micalizzi