Un viaggio nella provincia del Fujian grazie alle animazioni di Big Fish & Begonia. Questo film di animazione vi farà venire immediatamente voglia di partire per la Cina del sud.

Big Fish & Begonia è il lavoro pubblicato nel 2016, scritto, prodotto e diretto da Liang Xuan e Zhang Chun. Originariamente il film era un cortometraggio che, dopo aver riscosso un gran successo di pubblico quando uscì nel 2004, è diventato attraverso una raccolta fondi sostenuta dalla rete un film di animazione dopo 12 anni di lavoro.

Nel profondo del mare, dove il cielo si unisce al mare del mondo umano abitano gli Altri, i quali sono responsabili dell’organizzazione delle cose del mondo degli umani. Nel mondo degli Altri vi abita una giovane ragazza di nome Chun la quale a sedici anni, come da tradizione, è inviata sotto forma di delfino per sette giorni nel mondo degli uomini per conoscere meglio come vivono e come amministrare le loro vite. Vige però una regola: gli Altri non devono aver alcun contatto con le persone. Chun poco prima di poter rientrare a casa rimane sfortunatamente impigliata in una rete da pesca. Un giovane ragazzo, di nome Kun, vede il delfino in difficoltà e l’aiuta a salvarsi a scapito della propria vita. Chun si sente responsabile e, rientrata nel suo mondo, vuole riparare alla morte del giovane ragazzo.

4a2e07a7-10f2-4382-86b2-39f3ad9ba4fd.jpg
Un’immagine dal film di animazione Begonia & Big Fish

Questo suo atto non sarà senza conseguenze: oltre a impegnare metà della propria vita, la rinascita di quest’anima scombussolerà l’equilibrio del mondo degli Altri provocando diverse catastrofi naturali. I famigliari di Chun e gli abitanti del mondo degli Altri quando scoprono le intenzioni della ragazza, cercano di impedirle di portare a termine il suo intento. Solo i nonni di Chun e l’amico di infanzia Qiu la proteggeranno e la sosterranno in questa sua scelta. Ma per ogni scelta ci sono delle conseguenze.

Una storia che attraverso la leggerezza e la bellezza delle immagini si fa portatrice di diversi valori facendo riflettere lo spettatore su diverse tematiche famigliari, scontri generazionali, sui valori dell’amore e dell’amicizia, sul senso di sacrificio e il senso di appartenenza a un mondo piuttosto che a un altro, non ultimo, sull’ordine e l’equilibrio delle cose.

Gli autori del film Liang Xuan e Zhang Chun per la storia si sono ispirati anche ad alcuni personaggi legati al Classico dei Mari e dei Monti. Per l’ambientazione del mondo degli Altri, invece, gli autori hanno ritratto delle abitazioni molto particolari e riconoscibili che in Cina si chiamano tulou. I tulou sono costruzioni fatte di terra, che esistono nel sud della Cina, in particolare nella regione del Fujian, ma non solo. Per la resa di queste architetture gli autori hanno fatto molte ricerche sul posto per riprodurle fedelmente e, di fatto, le loro immagini sono facilmente identificabili con le costruzioni vere.

11575
Nell’immagine un tulou nella realtà, affiancato alla rappresentazione data dagli animatori del film

Il film, prodotto da Bi An Tian (Beijing) Culture Co., Ltd., Beijing Enlight Pictures Co., Ltd., Horgos Coloroom Pictures Co., Ltd., ha totalizzato 565 milioni di Yuan (circa 72 milioni di Euro) in Cina. In Italia è uscito per Draka distribuzione nel giugno 2018, è già disponibile in DVD.

di Clara Longhi