Corto del regista indonesiano di Aditya Ahmad che racconta la storia di Isfi e della sua volontà di fare un regalo speciale alla sua migliore amica. Goliardico e spocchioso nel relazionarsi con i suoi compagni maschi, Isfi dà libero sfogo alla sua parte più dolce e sensibile nel rapporto con l’amica Nita.

Gioca con lei a travestirsi da femmina, stratagemma trovato dai due sodali per poter riuscire a convincere i genitori di Nita a far entrare in casa Isfi e poter passare così insieme un giorno importante. Un regalo speciale. Una sorpresa che viene preparata con amore. Cercando una leggerezza e spensieratezza che il segreto che Isfi si porta dietro non permette di vivere nella quotidianità. E una scena finale che fa presagire che non riuscirà a lungo a reggere il gioco e la pressione dell’immagine di sé che sta rappresentando.

COMMENTO DEL REGISTA

Quattro anni dopo il mio precedente cortometraggio, in cui Isfi recitava sempre nel ruolo di protagonista, ci siamo incontrati di nuovo, entrambi alla ricerca delle nostre esistenze. Il suo cambiamento esteriore e le storie di cui mi ha reso partecipe mi hanno spinto a raccontare questo lato della sua storia. Ma Kado non è solo un film su Isfi, è anche un film sulla mia attuale concezione della vita come un dono speciale di Dio.

Di Joana Fresu de Azevedo