Nata a Roma nel 1977.
Laura Bispuri sarà in gara per l’Orso d’oro con il film: “Figlia mia”. Torna per la seconda volta a Berlino, dopo l’esordio nel 2015 con “Vergine giurata”. Il film in concorso quest’anno, “Figlia mia”, è la storia di una bambina di dieci anni, Vittoria, divisa tra l’amore di una madre biologica e quello di una madre adottiva, in un momento particolare della sua vita: un’estate nella quale scoprirà che le cose non sono come le ha sempre immaginate. Le due donne sono interpretate da Valeria Golino, nel ruolo di Tina, una madre amorevole, e Alba Rohrwacher, nel ruolo di Angelica, una donna fragile e timida dalla vita scombinata.

Laura Bispuri, dopo la laurea in cinema presso l’Universita` “La Sapienza” di Roma, e` stata selezionata per la scuola di regia e produzione “Fandango Lab workshop”. Con il suo primo cortometraggio Passing Time ha vinto il Premio David di Donatello come miglior corto 2010. Passing Time e` stato anche selezionato tra uno degli otto cortometraggi piu` belli del mondo nell’ambito dello “Short Film Golden Night”, organizzato dall’ Acade´mie des Ce´sar di Parigi. Con il suo cortometraggio, Biondina, Laura viene premiata con il Nastro d’Argento come “Talento emergente dell’anno”. Vergine Giurata e` il suo primo lungometraggio.

Nel 2010 ha partecipato al sedicicorto con il cortometraggio: Passing Time.